Pois Rose ci parla di sé e di Unicorn Universe

Abbiamo intervistato Petit Pois Rose, la conosceremo meglio e ci racconterà da dove è nata Unicorn Universe, la nuova linea creata con Magò.

Vi sarete accorti che in in questi giorni sui social Magò abbiamo cercato di avvicinarvi al mondo degli unicorni, volevamo portarvi a piccoli passi in questo magico universo e presentarvi la nostra nuova linea, Unicorn Universe, disegnata appunto da Clara, aka Petit Pois Rose

rainbow-pioggia-arcobaleno-party-festa-magò-blog.jpg

Una pioggia arcobaleno per accompagnarvi a piccoli passi in questo magico universo

Gli unicorni, animali misteriosi e pieni di fascino, hanno popolato le fiabe e l’immaginario di quando eravamo bambine. Ora che siamo cresciute ma amiamo continuare a sognare, non potevamo che creare una linea di piattini tutta per loro.

Con Unicorn Universe, immaginiamo un mondo divertente e un po’ frizzante, dove tanti animaletti colorati possono diventare unicorni con quel pizzico di magia che rende incantate le nostre feste.

11.10-Elio-unicorno-WEB.jpg

 

...tanti animaletti colorati possono diventare unicorni con quel pizzico di magia che rende incantate le nostre feste.

Per raccontarvi Unicorn Universe abbiamo scelto di farvi parlare direttamente con colei che l’ha immaginata e disegnata. Vi presentiamo Clara, o meglio Petit Pois Rose.

Ciao Clara, rompiamo il ghiaccio, ti va di raccontarci un po’ chi sei? Da dove nasce il nome Petit Pois Rose? 

Ciao, sono una grafica di 36 anni con una passione smisurata per l’illustrazione per bambini, il rosa, i gatti e gli unicorni. Abito in un piccolo paese nella campagna vicino a Milano. Adoro andare al mercato al lunedì mattina e chiacchierare con le “sciure”, prender il pane fresco dal prestiné e fare lunghe gita in bicicletta lungo i canali. 

Petit Pois Rose è nato circa 6 anni fa, desideravo cambiare molte cose, anche il nome del mio brand e rivedere le mie creazioni. All’epoca avevo i capelli fucsia già da un anno e così mi sono detta: la mia testa è un piccolo puntino rosa. Una macchiolina che si distingue nitidamente tra la folla, proprio come me.

"La mia testa è un piccolo puntino rosa. Una macchiolina che si distingue nitidamente tra la folla, proprio come me."

Collaborare con Magò per realizzare la linea Unicorn Universe speriamo sia stato divertente. Sicuramente il tema unicorni è molto attuale e vedere tutti gli animaletti travestiti è davvero uno spasso! E la tua festa dei sogni a tema Unicorn Universe come la immagini? 

Dalla prima volta che sono approdata al Mondo Creativo e ho conosciuto Magò e la sua linea di accessori per feste è stato amore, poter collaborare con questa azienda è stato divertente e interessante. Ora non vedo l’ora di poter organizzare la mia festa (anche se si avvicinano i 37…) per usare i piatti disegnati da me. Nel mio “Unicorn Party” mi immagino un sacco di amici, dolci coloratissimi e una cosa che sogno da tempo: i palloncini trasparenti pieni di coriandoli. Mi fanno impazzire! Vorrei avere sempre con me dei palloncini!

"...nella mia testa iniziano a formarsi pensieri che poi diventano illustrazioni."

Quando crei le tue illustrazioni da dove prendi l’ispirazione? Per Unicorn Universe da dove viene l’idea? 

L’ispirazione spesso viene per caso, giro su internet sempre in cerca di nuove tendenze, palette colori e spunti per il mio lavoro. Passando da un’immagine all’altra, nella mia testa iniziano a formarsi pensieri che poi diventano illustrazioni. Per esempio, quella dell’ Unicorn Universe mi è venuta mentre dormivo (davvero, sogno il mio lavoro e non credo sia un bene), così mi sono svegliata in un istante, carta e penna e l’ho disegnata al volo per non dimenticarmi nulla!

Raccontaci un aneddoto, un ricordo che parla di Petit Pois Rose. 

Una cosa che succede ogni tanto quando capito nei negozi vicino a casa sono le commesse che mi dicono: “ma io so chi sei, tu sei Petit Pois rose. Ti seguo su Instagram!”, mi fa ridere sempre un sacco! Oggi, invece, stavo preparando le foto per un tutorial del blog e mi ero truccata a tema “unicorno” (un trucco poco sobrio) ma sono dovuta uscire di corsa a prendere il cibo per i gatti… per fortuna avevo gli occhiali scuri perché senza, le commesse avrebbero riso tantissimo!

"Mi fanno impazzire! Vorrei avere sempre con me dei palloncini!

Chi sono i miti, gli eroi, i personaggi da cui trae ispirazione Petit Pois Rose? E quelli di Clara?

Il mondo di Clara e Petit Pois Rose sono vicinissimi e si contaminano a vicenda. Per lavoro seguo tantissimi illustratori e spesso sono loro la mia prima fonte di ispirazione. Lavoro nell’editoria per ragazzi da 14 anni e ho lavorato con parecchi illustratori italiani. Alcuni li ho addirittura “sulla pelle”, Sara Not mi ha disegnato due dei miei tatuaggi. 

Devo dire che una delle figure che è presente da sempre nella mia testa e nella mia libreria è Frida Kahlo. Non so come, ma oggi è diventata molto mainstream e la si vede ovunque senza ragione. Mi sono appassionata alla sua storia da ragazzina, avevo circa 16 anni, all’inizio l’amavo più per la sua forza e per la sua personalità che per la sua arte, nel tempo ho iniziato ad amare molto anche quella.

Poi c’è mia nonna Dina (la chiamavamo sempre così, anche se il vero nome era Gaetanina), la persona che mi ha cresciuta. Grazie a lei ho dei ricordi splendidi. Le sue merende molto caloriche (oggi sarebbero considerate pessime), i fumetti di Poochie letti ad altra voce quando ero a letto malata, i compiti insieme, pomeriggi passati a pulire le verdure e anche le sue urla (la facevo arrabbiare spesso). Mi ha insegnato a cucinare quando sono cresciuta, ad amare gli animali, a prendermi cura della casa, ha provato a insegnarmi l’uncinetto ma non ce l’ha fatta.

Grazie per i tuo tempo Clara!

Vi racconteremo ancora dell’Unicorn Universe. Sui social Magò tanti spunti per i vostri party a tema unicorno, come piantare semi di arcobaleno per trovare la via che porta all’ Unicorn Universe!

Guarda il sito di Petit Pois Rose QUI